Elisabetta la LogopOdista

Quando mi sono laureata in logopedia 26 anni fa, mi hanno fatto un piccolo papiro con scritto : logopOdista. Ancora non avevo messo a fuoco quanto fosse realistica e affine a me questa “interpretazione” lessicale. Col tempo poi mi sono resa conto che comunicare e camminare sono due delle attività che amo di più nella vita.

La montagna offre la possibilità di vivere entrambe nel modo più semplice, genuino e spontaneo possibile.
Nella mia attività professionale e nella vita si è poi intrecciato un altro filo: la respirazione corretta che ossigena e rinvigorisce. Ho scoperto che respirare nel modo giusto, cioè con i nostri “tubi”dell’aria ben puliti e funzionanti, è parte integrante di una buona comunicazione e facilita enormemente il cammino e la vita. 
Si potrebbe pensare che sia l’organismo da solo che provveda alla “manutenzione tubi” ma al giorno d’oggi non è più così. Le fonti di inquinamento interne ed esterne, i ritmi frenetici e l’allontanamento dal naturale rendono la respirazione nasale sempre più difficile da attuare e quindi l’organismo si adegua, ricorrendo alla respirazione orale. Se questa, però, viene mantenuta per giorni, mesi, anni determina una ridotta ossigenazione che a sua volta porta pesanti conseguenze sul piano fisico e cognitivo.


Ci viene in aiuto la medicina indiana che ci propone il lavaggio del naso. Questo trattamento, con 4000 anni di storia, è semplice, efficace ed ecologico. Il lavaggio quotidiano ci permette di mantenere la pulizia delle cavità nasali e di godere di una respirazione sana ed energetica.
Non fa parte della nostra cultura e, per quanto semplice, richiede di essere insegnato da chi lo conosce bene e lo sa proporre.

Ho ideato il trattamento Anelys che parte dall’insegnamento pratico del lavaggio e continua con la spiegazione delle conseguenze di una cattiva respirazione e su come si può intervenire per limitare i danni.
Da montanara per nascita e vocazione ho un sogno: poter trasmettere queste informazioni e questa pratica in luoghi naturali che ci aiutino anche emotivamente a ritornare in sintonia con le nostre radici e con tutto quello che ci fa stare bene.

Torna su