fbpx
Home Storie ELENA SASSUDELLI

ELENA SASSUDELLI

by Donne di Montagna

Appassionata di corsa, bici, scialpinismo, nuoto e, come tutte le donne…. di shopping. Elena Sasudelli, 35 anni, di Vigolo Vattaro, di lavoro fa l’orafa ed è sposata con Maurizio con il quale ha avuto due figlie: Alice di 8 anni e Lisa di 4 anni. È reduce dalla vittoria della terza prova del Circuito Sat di corsa in montagna, a Pinè, in Trentino (19° Trofeo Fiorella e Luca, 11 km 550 d+). Elena è un ottimo esempio di come si può riuscire ad allenarsi e vincere le competizioni, organizzando bene il proprio tempo tra lavoro, famiglia ed allenamenti. Dopo aver avuto la sua seconda figlia, si è subito rimessa in moto e ha cominciato a sognare e raggiungere i propri obiettivi.

Elena Sassudelli – 19° Trofeo Fiorella e Luca, 11 km 550 d+

Come ti sei avvicinata alla corsa in montagna?

Mi sono avvicinata a questo sport nel 2014. Ad aprile ho partorito la mia seconda bimba, Lisa e, a giugno c’era la prima edizione del Trail Vigolana – Memorial Raffaela Bailoni, una nostra compaesana. Mentre allattavo, con il binocolo guardavo verso la cima della Vigolana per vedere passare i concorrenti. Mi sono, quindi, ripromessa di iscrivermi all’edizione successiva, alla 35 km, e così è stato. Qualche mese dopo ho ricominciato a correre, ponendomi questo come obiettivo. Dopo aver fatto quel Trail, ho iniziato a fare qualche gara Sat e le due edizioni successive del Trail della Vigolana.

Anche prima correvo, ma senza obiettivi. Ho sempre fatto sport anche prima delle gravidanze, anche assieme a mio marito, tra mtb, bici da corsa, scialpinismo, fondo, nuoto e corsa. Fin da piccola, i miei genitori mi hanno sempre portata in montagna, a sciare, camminare…quindi mi hanno abituata a conquistarmi le cose con la fatica, ad amare la montagna e la natura.

Perchè ti piace questo sport?

Questo sport mi piace perché mi da un senso di libertà e di pace. Correre nella natura e guardarsi intorno, osservare gli animali che spesso attraversano la strada mentre corri, oltre che ascoltare i profumi del bosco. La cosa più bella è arrivare in cima e raggiungere la pace dei sensi..che spettacolo!!

Che tipo di allenamento fai? Quante volte in settimana ?

In realtà non seguo una tabella, faccio quello che mi sento e ho voglia di fare. La mia è una passione! Vado a correre circa quattro volte alla settimana: cerco di alternare percorsi collinari, salite e, saltuariamente, corro anche sull’asfalto più o meno pianeggiante..nella nostra zona non si trova la pianura!

 

Elena durante il Totoga Trail – Circuito Sat

Ha due figlie piccole, come fai a conciliare il tempo tra lavoro, famiglia e allenamenti?

Conciliare il tempo ogni tanto è davvero un’ impresa: tra famiglia, casa, lavoro. Ma volere è potere! Cerco di sfruttare i momenti che mi rimangono tra il fine lavoro e l’uscita da scuola delle bimbe, e il mio giorno libero. In estate, invece, quando le bambine sono in vacanza cerco di andare la mattina all’alba, prima di andare al lavoro, mentre la famiglia dorme ancora. Spesso anche la domenica vado presto, così torno e va mio marito: abbiamo ancora tempo libero durante la giornata per poter stare tutti insieme!

Tuo marito ti aiuta, si allena anche lui con te?

Mio marito mi da una mano, anzi ci diamo una mano..abbiamo sempre fatto sport assieme prima delle bambine quindi anche lui capisce l’importanza dell’ora d’aria e  quindi dell’allenamento. Purtroppo ora dobbiamo alternarci, quindi andiamo a turno..così riusciamo a gestire la famiglia. Ogni tanto chiediamo aiuto alla nonna o alla zia e riusciamo ad andare assieme: quello è propio il massimo!

Quale è il tuo obiettivo stagionale ?

Il mio primo obiettivo è di divertirmi e di stare in compagnia, cose che alle gare di corsa in montagna non manca mai! Ho programmato qualche Skyrace e mi piacerebbe fare il Brenta Trail da 45 km a settembre, visto che considero il Brenta un posto magnifico per gli amanti della montagna.

Cosa consigli alle donne che vogliono iniziare con questo sport?

Correre nei boschi aiuta a rilassarsi, staccare la spina e stare in pace con i propri pensieri e le proprie riflessioni. Si torna a casa più rilassate e serene, quindi scarpe e via!
Buone corse a tutte!!!

You may also like