I RIFUGI “CARDIOPROTETTI”

Nei rifugi trentini arrivano i primi defibrillatori semiautomatici. Consegnati sabato 28 aprile al Muse di Trento, in occasione della 66° edizione del Film Festival della montagna, i defibrillatori e i relativi attestati di frequenza per il loro utilizzo ai dieci rifugisti che hanno aderito al progetto “Rifugio cardioprotetto”.

Il progetto promosso dal Tavolo trentino della Montagna e coordinato da Tsm-Accademia della Montagna ha avuto il suo culmine con la cerimonia che ha visto protagonisti i rifugi Tuckett e Pedrotti per il Brenta, Mandrone per l’Adamello, Altissimo per il Baldo, Setteselle per il Lagorai, Rosetta per San Martino di Castrozza, Maddalene per la Val di Non, Vaiolet e Roda de Vael per la Val di Fassa, Vallaccia per il gruppo dolomitico Vallaccia-Monzoni, Sandro Pertini per il Sassolungo e Malga Kraun per il Monte di Mezzocorona.

L’ Obiettivo era quello di dotare i rifugi trentini, in particolare quelli più isolati o difficili da raggiungere, di un defibrillatore semiautomatico, strumento che può salvare la vita di tante persone.

L’iniziativa è stata resa possibile dalla disponibilità di Massimo Dorigoni e dalle vendite del suo libro “Montagne senza vetta, il coraggio di sentirsi liberi”, con i racconti di alcuni tra i più forti alpinisti trentini.

Due defibrillatori sono stati offerti inoltre dal Rotary Club di Trento che attraverso il suo presidente, presente tra i relatori, ha elogiato l’iniziativa e si è detto felice di aver contribuito alla causa. Alla cerimonia di consegna è intervenuto intervenuto Alberto Cucino, medico specializzando in anestesia e rianimazione, ricercatore presso la Fondazione Irc-(Italian Resuscitation Council), Gruppo Italiano per la Rianimazione Cardiopolmonare.

Ogni rifugio dotato di defibrillatore sarà inoltre caratterizzato da una targa riportante un logo con le “formichine” di Fabio Vettori. L’iniziativa proseguirà prossimamente con la Terza Giornata Europea del Rifugio, in calendario il 24 giugno 2018, primo week end di apertura dei rifugi.

Torna su