fbpx
Home Itinerari 5 TREKKING DA FARE QUEST’ESTATE

5 TREKKING DA FARE QUEST’ESTATE

by Stefania Fochesato

Scarica la scheda dei trekking

52 GALLERIE MONTE PASUBIO , FRA STORIA E MONTAGNA – Piccole Dolomiti

Pendici scoscese, guglie a carattere dolomitico e una parte sommitale simile ad un altopiano sono le caratteristiche del Monte Pasubio, una montagna suggestiva e sacra che offre ad escursionisti, alpinisti e appassionati di storia notevoli punti di interesse. Le 52 gallerie sono uno dei tanti percorsi per raggiungere il Rifugio Achille Papa: un capolavoro di ingegneria militare, una mulattiera da percorrere con frontale, curiosità e stupore! Durante la prima guerra mondiale permettevano il passaggio di uomini e approvvigionamenti alle prime linee.
Raggiunto il Rifugio PAPA vale la pena prolungare il trekking verso Cima Palon e i denti Austriaco e Italiano. Lungo il percorso troverai i resti di quelli che furono appostamenti, ricoveri e alloggi militari, una rete di gallerie sotterranee e non, gli scaffali della Memoria e un piccolo museo a cielo aperto.

Monte Pasubio

SORAPIS, UN CLASSICO INTRAMONTABILE – Dolomiti Ampezzane

Un gioiello color turchese cullato dalle dolomiti! Questo è il lago di Sorapis, che almeno una volta nella vita bisogna vedere!
Dal Passo Tre Croci (fra Misurina e Cortina d’Ampezzo), attraverso un sentiero comodo, in un breve tratto esposto ma provvisto di cordini di sicurezza, raggiungerai questo incantevole laghetto alpino al cospetto del gigante Gruppo del Sorapis. Se vuoi rendere questa escursione davvero magica, è consigliabile evitare il weekend in quanto meta molto frequentata. Consiglio anche il giro del lago per cogliere tutti gli scorci stupendi che questo posto meraviglioso può offrire.

Lago di Sorapis

MONTENEVE E LE MINIERE – Val Passiria

Ancora storia e montagna per un trekking molto piacevole e interessante, immerso nella bellissima e verde Val Passiria. Lungo il percorso visiterai quella che fu la più alta miniera d’Europa dove furono estratti minerali per ben 800 anni. Toccherai con mano le vecchie rotaie per il trasporto del minerale, visiterai il villaggio dei minatori nei pressi del Rifugio, un piccolo museo e la galleria di SAN Martino. Il tutto in maniera autonoma. Vale la pena fermarsi in rifugio dove potrai gustare golosissimi ed enormi piatti tipici e un liquore della casa speciale!!

Monteneve

TREKKING DOLOMITICO A 5 STELLE!

Un itinerario di grande soddisfazione, lungo ma non difficile, panoramicamente straordinario! Una “Traversata” dolomitica dominata essenzialmente dalla compagnia del Monte Pelmo, Antelao, Civetta, Sorapis e ancora Marmolada, Lagazuoi, Tofane solo per nominarne alcune. Un anello durante il quale potrai osservare la massima espressione della bellezza dolomitica, percorso in due giorni ma che si può tranquillamente percorrere a tratti e tornare dalla stessa via di andata. I punti principali sono: partenza poco dopo il Passo Staulanza, al parcheggio del rifugio città di Fiume, Col De La Puina (mia deviazione  percorso ma evitabile, salita molto ripida), Forcella Roan, Malga Prendera, Forcella Ambrizola, Forcella Rossa, Forcella Formin, Cima Lastoi de Formin, Val de Formin, rifugio Croda da Lago e salita nuovamente alla Forcella Ambrizola dove si chiude l’anello e si ritorna per la stessa via andata.

Rifugio a 5 Stelle

RIFUGIO XII APOSTOLI – DOLOMITI DI BRENTA

Da grande amante del Parco Naturale Adamello Brenta, non posso non proporre questo bellissimo itinerario nel cuore delle Dolomiti di Brenta lungo la Val d’Algone fino al Rif XII Apostoli. La balconata di Malga Movlina ti stupirà alla splendida vista mozzafiato sulla Presanella, Adamello, Carè Alto. Un percorso un po’ impegnativo, con un passaggio, la famosa Scala Santa, da attraversare con l’aiuto di un cordino d’acciaio. Di grande  bellezza e soddisfazione, lo scenario dal rifugio (che prende il nome XII Apostoli da una conformazione rocciosa situata al passo dove sembra di vedere 12 statue, appunto i 12 Apostoli dell’ultima Cena di Gesù ) è molto suggestivo. Il rifugio si trova in un anfiteatro naturale dove la roccia dolomitica fa da protagonista ed è un ottimo punto di partenza per le famose vie delle Bocchette. Nei pressi del Rifugio non potrai fare a meno di notare una grandissima croce scavata nella roccia come una grande finestra, dove si trova una chiesetta.

Stefania al XII Apostoli

 

Leggi la scheda dei trekking

You may also like